Lascia un commento

Perchè è successo tutto questo?

Prendendo spunto dall’articolo del “Fatto Quotidiano” pubblicato ieri sul nostro Blog, riflettendo attentamente su alcuni aspetti , saltano alla memoria fatti che all’epoca non sembravano avere particolare interesse mentre oggi sembrerebbero dimostrare un determinata volontà, un certo interesse nel procedere in un modo specifico, quasi scientifico, come ad esempio l’atteggiamento delle banche che sin dal principio hanno avuto nei confronti della nostra azienda un modus operandi che sembrava confusionario ma che, stando all’articolo, celava una strategia volta esclusivamente a tutelare i propri interessi, come il balletto delle nomine dei professionisti deputati a procedere, che successivamente venivano rimossi e sostituiti da altri che cambiavano di nuovo decisioni, quasi a dimostrazione del fatto della necessità di agire secondo l’evoluzione dei fatti, rimettendo ogni azione in base ad un calcolo specifico, ovvero la tutela dei propri interessi.
Un altro elemento che fa riflettere è il caso della società Belchi, società fallita insieme alle altre, la stessa aveva un asset alberghiero affittato ad una società del gruppo. Nel 2009 veniva redatto un piano industriale dove si prevedevano una serie di dismissioni di asset nell’arco dell’ anno 2010. Sia la gestione, sia l’immobile venivano collocati sul mercato ma i consulenti delle banche si opposero alla vendita.
La cosa sorprendente é che ora gli stessi consulenti e le stesse banche si stanno comprando il ramo di azienda Tuttavia, la cosa che ancor di più non si comprende è perché venne dichiarato il fallimento, fallimento che in quella fase originò una serie di eventi drammatici; il blocco di tutti i cantieri, alcuni dei quali con centinaia di appartamenti in pronta consegna che avrebbero potuto fare immediatamente cassa, mentre invece a causa della procedura fallimentare, si procedette all’escussione delle fidejussioni da parte dei proprietari, costringendo le “Generali” società assicuratrice ad iscriversi al passivo, cagionando altro danno economico alla nostra azienda. Oggi i cantieri sono stati lasciati in uno stato di totale abbandono, territorio di caccia di numerosi delinquenti che fanno incetta di ogni sorta di materiali a volte anche molto costosi.Fatto ancora più drammatico é che il fallimento in quella data, generava centinaia di perdite di posti di lavoro, per non dire migliaia. Persone lasciate senza un lavoro, senza dignità, costrette a vivere con un assegno di disoccupazione o in mobilità, e che oggi vorrebbero semplicemente riavere la propria Azienda, il proprio lavoro, il proprio futuro.
Per non parlare delle migliaia di famiglie che avevano acquistato un appartamento e che oggi si ritrovano in una situazione di estremo disagio, con case acquistate sulla carta, e mai consegnate. Perché accade tutto questo? Perché a rimetterci sono sempre le persone che cercano di vivere semplicemente con il proprio lavoro?
In una fase economica come questa, dove il Governo chiede di fare sacrifici, quel che ci si chiede è perché mai a doverci rimettere sono continuamente le stesse persone mentre le banche, dal canto loro, ne escono sempre indenni.

Buone feste a tutti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: