Lascia un commento

Da www.pomezianews24.com Martino Dettori, amministratore delegato RAETIA SGR a Pomezianews 24: “a breve ripartiranno i lavori, gli acquirenti di Parco della Minerva avranno presto i loro appartamenti”

da http://www.pomezianews24.com

a cura di Alessandro Bellardini

Dopo i fiumi d’inchiostro scritti intorno alla situazione relativa al fallimento della Dima, abbiamo voluto approfondire l’aspetto che riguarda più da vicino Parco della Minerva ed il destino di tutti quegli acquirenti che, nonostante continuino a pagare regolarmente, ad oggi non hanno la più pallida idea di quando verranno consegnate loro le abitazioni, visto tra l’altro che i lavori al cantiere sono fermi da più di un anno. Ruolo chiave della vicenda, come già ampiamente scritto, è quello di RAETIA SGR, che proprio in questi giorni occupa le pagine dei quotidiani del nord per aver messo in liquidazione i suoi fondi. L’eco di questa notizia, arrivato fino a Pomezia, ha gettato altra benzina su un fuoco già bello vivo, allarmando ulteriormente (e non se ne sentiva proprio il bisogno) tutti coloro che hanno acquistato gli appartamenti in questione, per non parlare poi dell’agguerrito Comitato degli Acquirenti, che da mesi rappresenta l’unica ancora di salvezza per persone che stanno subendo un danno economico senza precedenti (la maggior parte di loro infatti, si trova costretta a pagare sia il mutuo delle case di Parco della Minerva che l’affitto delle abitazioni in cui attualmente vivono). Visto che di chiacchiere in giro se ne sentono sin troppe, noi siamo voluti andare proprio al cuore del problema, intervistando direttamente l’amministratore delegato di RAETIA SGR il dott. Martino Dettori , che ha gentilmente accettato di spiegare la situazione a PomeziaNews24.

Dottor Dettori, immagino saprà già perchè ho chiesto di parlare con lei…

“Assolutamente sì, visto che mi sta telefonando da Pomezia l’argomento non può che essere Parco Della Minerva. Ebbene, so perfettamente che i lavori sono fermi da un anno, ma bisogna spiegare il perché.  Il contratto di appalto era di Dima Costruzioni che é fallita e l’avvocato Azzaro, primo curatore del fallimento, non ha voluto a suo tempo fare l’esercizio provvisorio e non ci ha consentito di andare avanti. E’ stato un dibattito molto acceso che ci ha portato fino in tribunale, poi il fallimento é stato revocato, é stato nominato un commissario giudiziario con il quale speravamo di riprendere il discorso sui lavori, ma anche il commissario ha abbandonato la partita e di recente  è stato dichiarato nuovamente fallimento. Insomma, capirà bene che la situazione di un’ azienda che prima viene dichiarata fallita, poi non fallita e quindi di nuovo fallita non facilita certo le cose.  La cosa importante comunque, è che dall’ultima sentenza di fallimento, abbiamo incontrato ripetutamente il nuovo curatore, il dott.  Rocchi, che é persona molto pragmatica e con il quale abbiamo già individuato un percorso per la ripresa dei lavori a brevissimo termine”.

Cosa intende per brevissimo termine?

“Le spiego, abbiamo predisposto un protocollo d’intesa che lui (Rocchi n.d.r.) ha già sottoposto al giudice delegato, per cui penso proprio che nei primi giorni della prossima settimana ci potrà firmare questo protocollo e dare seguito alla ripresa lavori che noi, in piccolissima parte, giusto per dare un segnale, già stavamo facendo nel comparto ville, proprio per far vedere che evidentemente non abbandonavamo la partita.  Per cui a breve i 320 appartamenti verranno portati avanti, questa è una notizia che può scrivere tranquillamente senza paura di essere smentito”.

Sì ok, ma con quali soldi?

“ É chiaro che la riapertura delle linee di credito da parte delle banche, sopratutto di Unicredit, é fondamentale. Il dott. Rocchi le ha chiamate e le chiamerà personalmente  perché noi abbiamo necessità di dare seguito alle promesse d’acquisto che sono state fatte, la gente aspetta le case ed é giusto che le abbia,

é un loro diritto. Oltre all’aspetto relativo al credito bancario, con il dott. Rocchi ci siamo occupati anche della vicenda lavorativa dei 200 ex operai  Dima che a breve termineranno la Cassa Integrazione. Ebbene, anche loro torneranno a lavorare.  Abbiamo individuato un consorzio di ex subbappaltatori che lavoravano sul Parco, che si sono riuniti e che si stanno confrontando con Rocchi per fornire il prima possibile corso alla ripresa dei lavori”.

Quindi ci sta garantendo che  gli acquirenti di Parco della Minerva possono stare tranquilli…

“Assolutamente sì, lo sottoscrivo, possono stare più che tranquilli, anche se comunque potevano stare sereni anche prima di questi nuovi avvenimenti, visto che avevano ed  hanno comunque una garanzia  fidejussoria da parte delle Generali. Tra l’altro il direttore del Fondo, l’avvocato Bardusco sta incontrando gli acquirenti quasi tutte le settimane e le persone di conseguenza sono meno preoccupate. Per di più queste persone hanno  ricevuto anche un’ informativa del curatore fallimentare Dima, nel quale si comunica che siamo a buon punto con gli accordi e velocemente daremo la ripresa dei lavori. Fino a ieri ho parlato con il curatore fallimentare e mi ha detto che le cose sarebbero andate avanti, al piú tardi, nella prossima settimana quando dovrebbe fissare un appuntamento con il giudice per la firma della ripresa lavori. Questo fatto é molto positivo, perció spero che le persone possano ottenere a breve ció che aspettano”.

Ci fa molto piacere, anche perché con la chiusura dell’ufficio vendite FRIMM l’impressione era invece quella di una smobilitazione…

“Frimm ha chiuso l’ufficio perché dopo un anno di inattività, in cui non ha potuto vendere, non aveva senso che questa gente continuasse a rimanere lí in cantiere non pagata, solamente per dare assistenza. Io ho parlato con Frimm ripetutamente: loro riapriranno l’ufficio, sia pure con orario ridotto, per dare un segnale, altrimenti la gente si spaventa. Quindi nei prossimi giorni l’ufficio riaprirà alcune ore al giorno, non tutti i giorni, ma riaprirà. Frimm ha avuto comunque molta pazienza a star lí un anno senza guadagnare niente, ora ho spiegato che le cose sono finalmente riavviate su un binario giusto, perché abbiamo procedure consolidate. Frimm ha tutto l’interesse di riaprire l’ufficio, anche perché sa benissimo che qualora non lo facesse metteremmo un’altra agenzia e non penso che a loro convenga molto . Prima la situazione era instabile, perché c’era un fallimento con ricorso, poi un commissario giudiziale che non si sapeva se sarebbe divenuto o meno commissario straordinario. Adesso finalmente c’é un curatore fallimentare consolidato, perché a questo punto non ci sono piú ricorsi pendenti. Teniamo conto che in tribunale é stato cambiato anche il giudice delegato, Francesco Taurisano, che é andato a ricoprire un altro incarico, nel periodo in cui anche nel tribunale di Roma c’é stato un pó di caos; Credo che siamo stati danneggiati da questa procedura di giustizia”.

Sì infatti, a tal proposito non pensa che l’inchiesta di Perugia sui fallimenti d’oro potrebbe aver condizionato oltre modo il fallimento della Dima e tutto quello che ne è seguito?

“Non vorrei esprimermi su questo aspetto, non é tra le mie competenze, io mi posso esprimere solo sugli aspetti del mio lavoro di amministratore e per ció che riguarda strettamente la mia attività. Quello che mi interessa in questa sede é tranquillizzare gli acquirenti, perché non stiamo dicendo bufale ma verità. Un’altra importante informazione da dare é questa: é vero che il Fondo, su indicazione della Banca d’Italia, sarà messo in liquidazione, ma teniamo conto che é una liquidazione ordinata, per imposizione della Banca e per il buon senso di tutti, che si protrarrà per 4-5 anni, durante i quali si potranno quindi portare a termine le opere iniziate: e questo é un fatto che non deve spaventare nessuno”.

Alessandro Bellardini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: