Lascia un commento

UNICREDIT: A PROCESSO PROFUMO E ALTRE 19 PERSONE

Inchiesta Brontos: per presunta maxi-frode fiscale da 245 milioni.Profumo, certo della correttezza del mio operato

Articolo tratto da ANSA.IT 

MILANO – Il Gup di Milano Maura Marchiondelli ha rinviato a giudizio Alessandro Profumo, ex a.d di Unicredit, e altre 19 persone accusate di una presunta maxi-frode fiscale da 245 milioni di euro che sarebbe stata realizzata attraverso un’operazione di finanza strutturata chiamata Brontos.

Il processo nei confronti di Alessandro Profumo e delle altre 19 persone rinviate a giudizio con l’accusa di frode fiscale si aprirà il prossimo primo ottobre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Milano. Tra le 20 persone imputate ci sono 3 dipendenti di Barclays e 17 tra manager ed ex manager di Unicredit: tra questi ultimi, accanto all’ex ad Profumo, ci sono tra gli altri Patrizio Braccioni e Ranieri De Marchis, rispettivamente responsabili dell’area affari fiscali e della direzione finanza dell’istituto di credito. Il gup nel disporre il processo ha accolto la richiesta del procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo e ha respinto, inoltre, l’eccezione di competenza territoriale sollevata dalle difese che avevano chiesto il trasferimento del procedimento o a Bologna o a Verona o a Roma.

PROFUMO, CERTO DELLA CORRETTEZZA MIO OPERATO – “Capisco che il giudice per le udienze preliminari non è il giudice del merito e quindi aspetto fiducioso e impaziente il giudizio pubblico, certo come sono della correttezza di ogni mio operato”. Così il presidente del Monte dei Paschi, Alessandro Profumo, in una nota dopo il rinvio a giudizio del Tribunale di Milano.

Secondo Profumo, la sua correttezza “non potrà che essere riconosciuta” ponendo fine “al danno di reputazione che ingiustamente sto subendo”.

GUP, ELEMENTI SUFFICIENTI PER GIUDIZIO – Ci sono “elementi sufficienti” per andare a giudizio. Così il gup di Milano Laura Marchiondelli ha deciso di mandare a processo l’ex a.d di Unicredit Alessandro Profumo e altre 19 persone tra cui 3 dipendenti di Barclays per il caso Brontos. Il giudice nel respingere l’eccezione di competenza territoriale delle difese a favore o di Roma o di Bologna o di Verona, ha stabilito di utilizzare il criterio del luogo dell’accertamento e dunque il procedimento rimane a Milano.

UNICREDIT, CERTI VERRA’ DIMOSTRATA PIENA CORRETTEZZA – “Unicredit resta confidente che, nel corso del dibattimento, potrà essere finalmente dimostrata la piena correttezza dell’operato della banca e dei propri esponenti e dipendenti, in carica e cessati che hanno sempre operato con trasparenza e buona fede”. Lo sottolinea, in una nota, l’istituto dopo il rinvio a giudizio di Alessandro Profumo, ex a.d di Piazza Cordusio, e di altre 19 persone accusate di una presunta frode fiscale da 245 milioni di euro nell’operazione Brontos.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: